.
Annunci online

 
laSavana 
quando puoi, perchè non mandarla?
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Bloggers:

Alias
Arisblogg
Corpolibero
Ellamoon
Giga
Insanamente
Ioesisto
kiki
kamia
Lapegiulia
Leportescee
Mae
Merlinox
Mia
Mmoonman
Morgana
Ombra
PupaG
Piorres
Resvariae
Sblogg
Ttia
Veronica
Yogurt

Links

myspace
Snooker
Magnaromagna
  cerca

 MSN : ste76bio@hotmail.it
 MAIL: ste76bio@yahoo.it











Se fossi scemo sarei lui


Se fossi alcool sarei rhum.


Se fossi una canzone sarei Alive.


Se fossi un libro sarei Il gabbiano
Johnathan Livingstone


Se fossi un luogo sarei laSavana


Se fossi un piatto sarei 1 carbonara


Se fossi una massima sarei:
"il 'se' e il 'ma' è il paradiso dei
Coglioni!" 

Persiana Jones - Quello che mi va


MusicPlaylistRingtones

  


 

Diario | Sogno o son desto? |
 
Diario
1visite.

3 gennaio 2011

E poi non ti parlo di quella che vedo e non so di chi sia

           
C'era un bel post, il vento ha voluto che non lo pubblicassi. Il vento sì. Quello che ti avvolge quando sei da solo. Non lo conosci? prova a fermarti al buio, arriva subito come se si stesse chiedendo " e che minchia fa quello? andiamo a vedere."E arriva.
Prima prova a vedere come reagirai ad un cazzotto nel petto, poi ti stringe, poi ti fa "bu!" e solo dopo si ferma a fissarti da vicino. Se lo sai guardare bene lo vedi grattarsi la fronte e mettere una mano sotto al mento mentre fa "uhm...". E' abituato a vedere delle reazioni, a creare scompiglio. Se ti vede inerme ci rimane pure male...Se sei come me poi si incazza proprio. Eh, io resto immobile a guardare le ombre.
Mi hanno sempre affascinato quelle "creature" che vivono alle spalle di tutti. Ma forse siamo noi a dar corpo a loro. Forse sei proprio tu la proiezione della tua stessa ombra. Adesso, in questo istante, prova a guardarti attorno e dimmi quante ombre vedi. Eh, hai visto? non sono poche...sembra che non ti lascino mai solo. Puoi inseguire la tua, ma non riuscirai mai a prenderla. Se ti fermi si ferma anche lei, ma se riparti non si lascerà catturare. Ha una costanza che manco Maurizio show ha. Vabbè, dicevo, le ombre mi hanno sempre affascinato. In ogni luogo che mi ha visto passar da lì ce ne sono.
Da piccolo, avevo 6 o 7 anni, ho visto al di là della siepe un gatto nero. Era tardi, buio, un lampione lontano dava corpo alla mia ombra esile. Il gatto mi ha fissato un po' e poi è andato verso il punto meno illuminato del mondo...beh, non proprio ma quando sei piccolo esageri (o forse esagero ora? mmm). L'ho seguito, piano piano, il semo con l'ombra esile che felinamente insegue un gatto. Dopo 20 minuti mi sono ritrovato lontano da casa in mezzo ad un campo ed a sterpaglie che mai avrei raggiunto se non avessi avuto uno scopo. Ad un certo punto l'ho perso, e mi sono ritrovato anche senza ombra, era rimasta là al lampione col dito che si batteva in fronte come dire "te sei scemo, io là non ci vengo".
Ecco, forse quella volta è stata l'unica occasione in cui non ho avuto un'ombra. Quando sei spensierato o preso da qualcosa te ne dimentichi, lei non ti segue e tu non la vedi. Ma prova a tornare in posti a te cari...arrivano di corsa le ombre, le senti pure parlare dietro di te, ti passano vicine sibilando qualcosa, avanti e indietro, indietro ed avanti. Poi ti senti bussare alla spalle, è il vento che si chiede che minchia stai facendo ed è venuto a controllare. Tu lo guardi, ti passi una mano in testa e dicendo "non riesci a rompere i maroni, non ho più i capelli di una volta" gli fai il gesto dell'ombrello.
    




permalink | inviato da laSavana il 3/1/2011 alle 0:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia
agosto        febbraio